Hai sempre voluto essere creativo e creare la tua opera d’arte o la tua pittura, ma hai paura dello sforzo? O non hai davvero talento nella pittura classica o nel disegno? Ti piacciono anche le sorprese e l’imprevedibile? Allora la pittura fluida potrebbe essere proprio la cosa giusta per voi! Che cos’è esattamente questo e come funziona, lo scoprirete su questo sito web informativo. 

Pittura fluida – Che cos’è in realtà?

La pittura fluida, l’arte della “pittura liquida”, è tanto semplice quanto affascinante: invece di lavorare con gli strumenti classici, l’artista applica i colori allo stato liquido sulla tela. Nel fare ciò, usa tazze, spremere falsi, pipette o siringhe usa e getta. Il risultato non è solo impressionante, ma soprattutto una cosa: piuttosto imprevedibile. È proprio questo che rende la Pittura Fluida così affascinante.
Con questa semplice tecnica, anche i principianti possono creare bellissime opere d’arte e non è necessario alcun talento artistico nel vero senso della parola. Tuttavia, ci sono alcune cose che dovreste tenere a mente. Questa pagina di informazioni sulla Pittura Fluida vi aiuterà a essere ben preparati per la vostra prima opera d’arte.

Fondamentalmente ci sono tre diverse tecniche di pittura fluida: Versare acrilico, arte della resina e la tecnica dell’inchiostro alcolico:

 

Tecnica Acrylic Pouring

Questa tecnica, nota anche come colata acrilica, significa dipingere con vernice acrilica liquida. Tuttavia, la vernice utilizzata non deve essere troppo liquida. Inoltre, dovrebbe naturalmente mantenere la sua luminosità. Per ottenere questo risultato, lo si diluisce in un certo rapporto con un cosiddetto mezzo di colata. Inoltre, questa tecnica utilizza olio di silicone per creare cellule affascinanti.

Quale mezzo di colata sia usato nel versatore acrilico è principalmente una questione di gusto personale e deve essere provato. Un tipo di mezzo di colata può far fronte a mezzi di colata che non producono i risultati desiderati nell’altro. Testate diversi media e seguite le vostre preferenze personali. Sul mercato esistono innumerevoli mezzi di colata professionali e alternativi.

L’acqua per la diluizione dovrebbe, a differenza della classica pittura acrilica, essere usata solo in minima parte, perché la pellicola di colore può strapparsi durante l’essiccazione e i colori possono perdere un po’ della loro intensità. I pigmenti della vernice sono solo insufficientemente legati insieme dall’acqua. Con l’aiuto del mezzo di colata, tuttavia, non solo le proprietà di scorrimento dell’inchiostro vengono influenzate positivamente, ma l’inchiostro mantiene anche la sua luminosità e non si verificano crepe durante l’asciugatura.

Il perfetto rapporto di miscelazione è soprattutto una cosa: una questione di pratica. I principianti possono prima mescolare l’inchiostro e il mezzo in una tazza in un rapporto di 1:1 e poi avvicinarsi alla perfetta consistenza passo dopo passo. Se la vernice non è troppo liquida e scorre lentamente, come il miele liquido, il rapporto è corretto.
 Dopo la miscelazione, la vernice viene applicata sulla tela. Di solito si usano tazze per questo.
 Poi l’artista fa in modo che le diverse tonalità di colore si incontrino tra loro. A questo scopo sposta la tela e la inclina in diverse direzioni.

Spettacolare formazione di cellule

La cosa speciale di questa tecnica pittorica è la formazione delle cellule. Ogni tonalità mista ha la sua densità. Questo fa sì che i colori si spostino l’uno verso l’altro e che si creino modelli di cellule di dimensioni diverse quando si incontrano. Sono imprevedibili e conferiscono ad ogni opera d’arte finita il suo fascino. Per sostenere la formazione delle cellule, si può aggiungere un po’ di olio di silicone ai colori e asciugarli con il soffio dopo l’applicazione.

Il risultato è comunque fenomenale e il design è molto semplice. Anche le spese di materiale e di costo sono mantenute entro i limiti.

acryl fließtechnik

I materiali per il colaggio dell’acrilico

Per iniziare, dovreste preparare tutto il materiale necessario. Correre avanti e indietro in mezzo a tutto questo perché ti sei ricordato che vorresti dare fuoco alla vernice già sparsa con il bruciatore Bunsen non è molto divertente. Ecco una panoramica dei materiali più importanti per la tecnica del flusso acrilico:

  • Terreno per la pittura su tela o su legno
  • Colori acrilici
  • Versare il liquido di colata
  • Olio di silicone
  • Tazza di miscelazione
  • Spatola di legno
  • bottiglie per la spremitura dell’acqua distillata
  • Bruciatore Bunsen o essiccatore ad aria calda
  • Guanti di gomma
  • Carta da cucina
 

Se non avete un vostro studio, proteggete il vostro posto di lavoro con una pellicola protettiva o un giornale spesso. Ventilare bene la stanza. Ora potete iniziare!

Le tecniche di colata più importanti

Ci sono molte tecniche diverse per la pittura fluida con vernici acriliche. A seconda di quale si sceglie, vengono create opere d’arte completamente diverse. E ognuno di loro ha il suo fascino speciale. Ecco una breve spiegazione delle tecniche più importanti:

Flip Cup

Per questa tecnica, si versano i colori uno sopra l’altro o uno dopo l’altro in una tazza. Opzionalmente, è possibile aggiungere qualche goccia di olio di silicone ai singoli colori per una migliore formazione delle cellule. Poi si gira questa tazza a strati e si versa il tutto sul pavimento del dipinto in una sola volta. Per semplicità, si può anche appoggiare il fondo del quadro sulla tazza e poi capovolgerli insieme. Poi sollevate la tazza con attenzione e la vernice si verserà sulla vostra tela. È possibile controllare il flusso di vernice inclinando la tela.

floetrol alternative

Puddle Pour

Con Puddle Pour non si versano i colori sul fondo del quadro contemporaneamente, ma uno dopo l’altro e soprattutto l’uno nell’altro. Questo crea, come suggerisce il nome, una sorta di pozzanghera al centro della tela. Poi lasciate che i colori scivolino sul dipinto secondo il vostro gusto. Se si aggiunge olio di silicone ai colori, si creano affascinanti effetti cellulari.

Dirty Pour

Simile alla Flip Cup, i colori sono messi in una tazza dove sono sovrapposti l’uno sull’altro. I colori vengono mescolati brevemente, ma mai fino a quando non sono completamente mescolati. Non si capovolge completamente la tazza come nella Flip Cup e quindi si versa la vernice completamente sul fondo del quadro, ma lentamente e con attenzione. La coppa si svuota a poco a poco.

Swirl Pour

Qui si mescolano anche i colori in una tazza per versarli fuori con movimenti uniformi e ad anello al centro della tela. Questo crea forme circolari entusiasmanti. Poiché questi ricordano gli anelli degli alberi, questa tecnica è anche chiamata Tree Ring Pour. Una mano ferma è indispensabile. Questo metodo ha qualcosa di meditativo e dovreste assolutamente prendervi il vostro tempo.

Swipe

La tecnica Swipe è adatta per evocare grandi effetti cellulari, proprio come il Puddle Pour. Per prima cosa portate le vostre miscele di colori sulla tela come volete. Ad un’estremità della tela si stende poi il bianco (o un altro colore con densità inferiore) in una linea. Questa pittura viene poi tirata con cura sulla tela con l’aiuto di una carta da cucina bagnata, di una spatola o di un coltello da pittura. Il bello di questo metodo è il movimento fluido che si può creare. Di solito per lo Swipe si usa olio di silicone, perché la cosa più importante, oltre all’aspetto fluente, è la formazione delle cellule.

Air Swipe / Dutch Pour

Con l’Air Swipe i colori vengono stesi sulla tela con l’aiuto di un asciugacapelli o di una cannuccia. I colori possono essere applicati come FlipCup o Puddle Pour sulla superficie del dipinto. Un colore negativo (di solito bianco o nero) viene poi distribuito intorno alla tazza capovolta. In seguito la tazza viene spostata lentamente sulla tela e allo stesso tempo sollevata a poco a poco in modo che i colori possano fluire fuori. Infine i colori vengono soffiati sulla tela con un asciugacapelli o una cannuccia per creare motivi mozzafiato.

No Content Available

Resina epossidica / Tecnica Resin Art

La resina viene dalla lingua inglese e significa semplicemente “resina”. Resina, nota anche come resina epossidica. Il tutto è un sistema a due componenti in cui si mescolano resina e indurente. È solo attraverso questa miscela che il materiale può indurirsi e diventare una plastica solida con una superficie lucida e trasparente.

 

La versatilità della resina epossidica

Il grande vantaggio della resina epossidica è che è estremamente versatile. Il materiale è abbastanza robusto e facile da pulire. Se viene miscelato con pigmenti di colore o con pigmenti metallici, si possono creare opere d’arte mozzafiato con una brillantezza e una profondità inconfondibili. Con la resina è possibile creare non solo belle immagini ma anche grandi pezzi unici come capre decorative di tutti i tipi, mobili come Epoxy River Tables o bei gioielli. Un’altra applicazione nell’arte della resina è la produzione di eccitanti capsule di Petri e di scintillanti geode. Ma la resina non è usata solo in arte – è anche ampiamente utilizzata nell’industria, nell’artigianato, nella costruzione di modelli e di barche. Infine, ma non meno importante, la resina epossidica può essere utilizzata anche per la produzione di pavimenti molto moderni e nobili.