aerografo

Aerografo per Principianti – Guida completa per Airbrush

Gli artisti spesso cercano modi diversi per esprimere la loro creatività nel maggior numero possibile di modi diversi. A un certo punto, molti di loro si imbattono quasi inevitabilmente nell’aerografia come tecnica speciale per l’applicazione della vernice. Volete sapere quali sono le particolarità della tecnica dell’aerografo e cosa deve essere considerato nell’arte dell’aerografo? Con la nostra grande guida con le istruzioni, scoprirete rapidamente che anche con l’aerografo per principianti si possono creare grandi opere d’arte.

Table of Contents

 

 

La storia dell’arte dell’aerografo

Se si prende il termine aerografo in senso lato, allora la storia dell’arte dell’aerografo inizia molto presto. Le ricerche archeologiche indicano che l’inizio della tecnica dell’aerografo si può effettivamente trovare nell’età della pietra. Le tracce trovate nelle grotte suggeriscono che gli abitanti delle grotte spruzzavano già liquidi colorati come succhi di frutta con la bocca sulle pareti all’età della pietra.

La prima pistola ad aerografo veramente matura dal punto di vista tecnico è stata poi sviluppata verso la fine del XIX secolo da Francis Edgar Stanley. Per la prima volta in assoluto è stato possibile applicare la vernice su grandi superfici utilizzando la tecnologia dell’aerografo nella costruzione di modelli e nell’industria automobilistica.

A partire dagli anni ’60, l’arte dell’aerografo si è affermata in una più ampia gamma di applicazioni e forme d’arte.

airbrush

 

 

Che cos’è esattamente l’aerografia?

Il termine aerografo, che originariamente deriva dal mondo anglofono, potrebbe essere tradotto letteralmente come aerografo. Si riferisce alla pistola ad aerografo come strumento principale ed eponimo dell’intero movimento artistico, che può essere spiegato come segue:

Di solito un compressore produce la necessaria pressione dell’aria, con la quale la vernice liquida viene trasportata nella pistola a spruzzo mentre scorre. Il flusso d’aria dell’aria compressa turbina e atomizza la vernice in modo particolarmente fine e può quindi essere applicato in modo molto sottile e uniforme per mezzo di un ugello su una superficie pittorica adeguata. La particolarità della tecnica dell’aerografo è che la pistola ad aria compressa, a differenza dei pennelli o delle spugne, non tocca la superficie del dipinto in nessun momento. Piuttosto, la sottile nebbia spray della pistola dell’aerografo funge da fonte di colore particolarmente creativa quando si dipinge. Poiché l’applicazione della vernice è così fine e anche durante l’aerografia non sono visibili né striature né pennellate sulla superficie verniciata finita.

 

 

Cosa rende l’arte dell’aerografo così attraente?

  • L’arte dell’aerografo ha caratteristiche molto specifiche che non troverete in altre tecniche di pittura. Dopotutto, Air Brush Art permette di creare sfumature di colore particolarmente fini e anche transizioni davvero lisce tra le diverse tonalità di colore. Con esso è possibile creare dipinti che appaiono estremamente realistici e naturali nella loro percezione dei colori.
  • L’applicazione sottile ed estremamente uniforme della vernice consente di lavorare rapidamente su grandi superfici con un consumo di vernice relativamente basso.
  • Fondamentalmente si può sfogare artisticamente con l’aerografo su quasi ogni tipo di superficie: che si tratti di plastica, metallo, carta, tessuti o anche pelle umana – con l’aerografo le possibilità sono quasi illimitate.
  • Per l’aerografia si possono usare sia lacche che vernici a base di acqua e solventi. Naturalmente è disponibile un’ampia gamma di vernici dei relativi produttori, sviluppate e prodotte appositamente per l’aerografia. Inoltre, esistono anche colori per aerografo adatti a scopi speciali, ad esempio sotto forma di colori alimentari commestibili, colori tessili speciali e trucco per aerografo.

 

Possibili applicazioni per la tecnica dell’aerografo

  • Pittura
  • Progetti di modellismo
  • Produzione tessile
  • Industria automobilistica
  • Trucco
  • Maschere per il cinema e il teatro
  • Abbronzatura spray
  • Tatuaggi e body painting
  • decorazione di dolci, pasticcini e torte con coloranti alimentari

 

 

Quale attrezzatura di base è necessaria per la tecnica dell’aerografo?

 

Con questi strumenti e materiali è possibile avviare l’aerografia:

  • Compressore dell’aerografo
  • pistola ad aerografo
  • colori adatti per l’aerografo
  • Lacca acrilica trasparente 2K
  • Utensili per la pulizia

 

Naturalmente, questa lista è solo un’attrezzatura di base con la quale è possibile muovere i primi passi con l’aerografo per principianti. Se siete interessati a questo eccitante hobby creativo a lungo termine dopo i primi tentativi, di solito troverete più accessori nel vostro parco attrezzature. Noterete presto che non solo ci sono molti colori diversi per l’arte dell’aerografo, ma anche diverse dimensioni di ugelli e pistole per aerografo che possono essere maneggiate in modo diverso.

 

Il cuore dell’aerografo: la pistola ad aria compressa

Prima di tutto, vorremmo spiegarvi alcuni termini di base dell’aerografia, in modo che quando acquistate la vostra prima pistola per aerografo, non vi troverete di fronte a termini con cui non potete fare nulla. Fondamentalmente, ci sono due diversi tipi di pistole per aerografo. Naturalmente, il principio di base del loro funzionamento è lo stesso. Con entrambi i tipi, la vernice utilizzata viene atomizzata dal flusso d’aria dell’aria compressa utilizzata. I due tipi di pistole ad aerografo si differenziano maggiormente per la loro maneggevolezza:

  • Il tipo Single-Action ha di solito una rotella che può essere utilizzata per regolare e fissare la quantità di inchiostro. Con una manopola o una leva è possibile regolare il volume dell’aria durante il processo di spruzzatura. Questo tipo di costruzione è adatto a semplici progetti di pittura e di arte.
  • Tuttavia, gli artisti più esperti di aerografo usano una pistola ad aria compressa del tipo a doppia azione. Anche questo è dotato solo di una leva, ma serve anche a regolare il flusso d’aria e la quantità di vernice utilizzata. Questa funzione a doppia leva richiede un po’ di pratica, ma è possibile utilizzarla anche per affrontare sfide artistiche più complesse.

areografo

Inoltre, le pistole ad aerografo disponibili nei negozi specializzati si differenziano anche per la loro dotazione con il sistema a ventosa o con il sistema a ventosa:

  • Si può riconoscere il cosiddetto sistema a tazza di flusso a prima vista dal fatto che la tazza di vernice viene posizionata dall’alto sulla pistola dell’aerografo. Con questo sistema, la gravità fa sì che la vernice fluisca praticamente da sola nell’ugello. Pertanto, per l’atomizzazione è necessaria solo una piccola quantità di pressione.
  • Con il sistema a ventosa è necessaria una pressione dell’aria più elevata. Questo perché la tazza di vernice è montata sotto la pistola vera e propria e l’aria passa sopra la tazza di vernice. La pressione dell’aria deve quindi essere abbastanza forte da aspirare la vernice dal contenitore attraverso l’aspirazione sufficientemente forte. Tuttavia, a queste pistole per aerografo si possono applicare tazze di vernice più grandi e, di conseguenza, si possono trattare aree più grandi in una sola passata.

Se si utilizza una pistola ad aria compressa a doppia azione con sistema a tazza a flusso, probabilmente si ha a portata di mano il sistema più versatile per diverse applicazioni.

 

segue la raccomandazione del prodotto

 

Attenzione: Già al momento dell’acquisto della pistola dell’aerografo si dovrebbe fare in modo che per il modello scelto si possano ottenere anche pezzi di ricambio e accessori adeguati, come ad esempio ugelli diversi.

 

Compressore dell’aerografo

Per l’uso in combinazione con una pistola ad aerografo, in pratica è adatto qualsiasi compressore d’aria che può essere impostato su un campo di pressione compreso tra 1,5 e 2,5 bar. Quindi per i primi tentativi con l’aerografo si può semplicemente utilizzare un compressore esistente o relativamente economico di un negozio di fai da te.

Tuttavia, se siete interessati all’Hobby Air Brush, ad un certo punto varrà la pena di investire in un compressore speciale per aerografo. Rispetto ai modelli del negozio di fai da te, un compressore di questo tipo offre vantaggi in termini di dimensioni e livello di rumorosità. Inoltre, un compressore speciale per aerografo ha di solito caratteristiche aggiuntive che la maggior parte dei compressori per negozi di bricolage non ha. Un serbatoio d’aria, un regolatore di pressione e un separatore d’acqua non solo possono essere utili durante l’aerografia, ma consentono anche un funzionamento senza problemi.

 

Separatore d’acqua

Quando l’aria viene compressa, gran parte dell’umidità precedentemente contenuta nell’aria viene rimossa. In un normale compressore questa separazione dell’acqua non dà molto fastidio, in quanto l’acqua può essere semplicemente espulsa continuamente con l’aria. Con una pistola ad aerografo, invece, questo è un problema, in quanto queste separazioni dell’acqua possono causare macchie antiestetiche e soprattutto incontrollabili nell’applicazione della vernice di un’opera d’arte. Ora il separatore d’acqua integrato in uno speciale compressore ad aerografo arriva alla radice di questo problema raccogliendo l’acqua prodotta durante la compressione. L’aria compressa che fuoriesce attraverso la pistola ad aerografo è quindi in gran parte priva di acqua.

 

Manometro e regolatore di pressione

Per un lavoro veramente professionale, è essenziale che la pressione dell’aria del compressore per l’aerografia possa essere impostata su un intervallo relativamente ristretto tra 1,5 e 3 bar. Questo non è un problema con i compressori ad aerografo, in quanto di solito hanno un manometro e un regolatore di pressione. Il manometro è uno strumento di misura sul quale si può sempre leggere esattamente la pressione attuale dell’aria. Solo con questa esatta regolabilità della pressione dell’aria utilizzata è possibile ottenere uno schema di spruzzatura delle vernici per aerografo veramente efficace.

 

Serbatoio dell’aria sul compressore

Fa un’enorme differenza se un compressore ha o meno un serbatoio d’aria. In un compressore con serbatoio d’aria, l’aria viene compressa per un certo tempo subito dopo l’accensione fino a raggiungere una certa pressione nel serbatoio d’aria. Di conseguenza, non solo si ha una pressione di esercizio costante dell’aria compressa estratta, ma si elimina anche il rumore, a volte abbastanza fastidioso, di un compressore in funzionamento continuo. Ciò va a vantaggio anche di un metodo di lavoro rilassato e concentrato. Non appena la pressione nel serbatoio dell’aria è scesa al di sotto di un certo livello, il motore del compressore si riavvia. In definitiva, questo progetto tecnico presenta il vantaggio di un minore inquinamento acustico complessivo e di una pressione dell’aria molto costante che può essere utilizzata per lavorare su intervalli più lunghi.

Queste sono le nostre raccomandazioni per l’acquisto di un compressore:

  • un separatore d’acqua è molto utile
  • il compressore non dovrebbe essere più rumoroso di 45 dB durante il funzionamento
  • il sistema dovrebbe fornire una pressione il più costante possibile
  • I compressori senza olio nel sistema dovrebbero essere preferiti, in quanto le sottili aperture degli ugelli e degli aghi della pistola dell’aerografo non possono essere bloccate con l’olio
  • la manutenzione regolare dell’olio, del filtro dell’aria e del filtro della lanugine dovrebbe essere necessaria solo ad intervalli più lunghi e dovrebbe essere il più semplice possibile
  • per l’uso in casa propria, si dovrebbe scegliere un compressore con bassa generazione di vibrazioni per evitare possibili fastidi ai coinquilini

 

Scegliere il giusto colore dell’aerografo

Cos’è la vernice per aerografo e di cosa è fatta? Questa domanda non è così facile da rispondere, perché ci sono molti tipi diversi di colori per l’arte dell’aerografo. Per la tecnica dell’aerografo è possibile utilizzare un’ampia gamma di colori: Dai colori speciali per il trucco, alle pitture e vernici tessili, fino alle vernici acriliche, molti colori possono essere usati fondamentalmente come colori per aerografo. Le vernici acriliche a base di acqua sono molto spesso utilizzate per l’aerografo per i principianti, in quanto sono molto facili da usare. È possibile ottenere vernici acriliche nei negozi specializzati, sia premiscelate che in una concentrazione che deve ancora essere diluita.

segue la raccomandazione del prodotto

 

Se si tratta di colori che devono essere diluiti, di solito si può trovare il diluente adatto nell’offerta dei produttori. La vernice acrilica a base di acqua può anche essere facilmente diluita con normale acqua distillata. Tuttavia, mettiamo in guardia contro l’uso di normale acqua di rubinetto invece di acqua distillata a causa dei batteri che potrebbe contenere. I batteri presenti nell’acqua possono rendere la vernice inutilizzabile per progetti futuri, soprattutto se conservata a lungo. Tuttavia, se avete un essiccatore a condensazione in casa, non è necessario acquistare l’acqua distillata di cui avete bisogno. Basta utilizzare l’acqua distillata che viene prodotta in un essiccatore a condensatore di questo tipo in ogni caso in quantità considerevoli.

A proposito, la perfetta consistenza del colore per l’aerografia si ottiene quando è paragonabile a quella del latte. Per verificarlo, potete usare un pennello o un dito per tirare la vernice verso l’alto lungo un bordo di vetro trasparente. La vernice dovrebbe poi scorrere verso il basso, lasciando un leggero velo di colore sul vetro.

colori per aerografo

Tuttavia, non tutti i colori possono essere spruzzati con ogni dimensione dell’ugello senza ulteriori indugi: assicuratevi quindi, quando acquistate una pistola a spruzzo, che il colore scelto possa essere realmente utilizzato con la dimensione dell’ugello utilizzata.

In ultima analisi, tuttavia, dipende soprattutto dal risultato che si vuole ottenere, come si deve determinare sia la dimensione dell’ugello che la viscosità della vernice nel singolo caso. Con le dimensioni più piccole degli ugelli si possono disegnare punti e tratti molto fini, ma per questo sono necessari anche pigmenti di colore molto fini. Se invece si desidera adescare aree più grandi, è possibile utilizzare pigmenti più grossolani e, naturalmente, ugelli più grandi.

 

Rivestimento protettivo con vernice acrilica trasparente 2K

  • Anche se la vernice acrilica si asciuga all’acqua quando viene aerografata, le superfici con essa rivestite non sono necessariamente resistenti ai graffi. Quindi, per proteggere le opere d’arte che si creano da graffi, si dovrebbe coprire le opere d’arte con uno strato protettivo di vernice, se possibile.
  • La lacca acrilica trasparente 2K è una lacca bicomponente molto resistente con la quale le superfici progettate artisticamente possono essere sigillate in modo particolarmente duraturo.
  • La lacca trasparente acrilica 2K disponibile in commercio può essere applicata senza problemi con quasi tutte le pistole ad aerografo.

 

Kit di pulizia

La vostra attrezzatura di base per l’arte dell’aerografo deve assolutamente includere un set di pulizia. Un set di questo tipo di solito è composto da un pulitore per aerografo, diverse spazzole e un vaso per la pulizia. Inoltre, dovreste sempre avere abbastanza tamponi di cotone e qualche rotolo da cucina per pulire l’attrezzatura dell’aerografo. Perché si dovrebbe sempre comprare un set per la pulizia degli aerografi? Perché la pistola dell’aerografo deve essere pulita brevemente al primo cambio di colore. Questo è l’unico modo per evitare che colori diversi si mescolino involontariamente.

GOCHEER Professionell Airbrush Reinigungsset
  • Geeignet für eine Vielzahl von Spritzpistolen
  • 5 Reinigungsbürsten, 5 Reinigungsnadeln, Reamer, Airbrush-Reinigungstopf und Airbrush Reiniger
Bei Amazon ansehen

 

Anche se avete finito di lavorare per un giorno, dovete sempre pulire la vostra pistola ad aria compressa con estrema cura, in modo che i blocchi non abbiano alcuna possibilità. Si consiglia la seguente procedura: Prima di tutto, spruzzare acqua limpida attraverso la pistola ad aerografo prima di rimuovere i residui di vernice più grossolani con tamponi di cotone. Poi, al posto della vernice, al serbatoio della vernice viene aggiunto il detergente per aerografo e il serbatoio spruzza l’acqua attraverso l’ugello della pistola come prima. Dopo questa soffiatura, si dovrebbe smontare la pistola nelle sue singole parti e rimontarla solo quando tutti i residui di vernice sono stati rimossi dalle parti.

 

 

Quando vale la pena di acquistare un set di aerografi?

Se qualcuno non ha ancora familiarità con i dettagli tecnici dell’arte dell’aerografo, la questione di come combinare diversi strumenti può essere una sfida. Naturalmente ci vuole anche un po’ di tempo per mettere insieme i componenti giusti per un sistema di aerografo. I set di aerografi perfettamente assemblati sono disponibili in tutte le fasce di prezzo. L’equipaggiamento di base di un tale set di solito comprende un compressore, una pistola ad aria compressa adatta e una certa quantità di vernice di base per aerografo. Inoltre, il set di pulizia obbligatorio è spesso incluso nella fornitura. A volte si può anche risparmiare tempo con l’acquisto di un tale set, ma anche un po’ di denaro rispetto al singolo acquisto.

 

segue la raccomandazione del prodotto

 

Tuttavia, quando si acquista un set, è necessario assicurarsi che contenga tutto il materiale necessario. Questo include, ad esempio, il tubo flessibile che collega il compressore e la pistola dell’aerografo. Se il set selezionato non contiene vernice premiscelata, è necessario anche un diluente adatto per rendere la vernice spruzzabile in primo luogo.

Un componente veramente centrale di un pacchetto completo dovrebbe essere il set di pulizia. Idealmente, dovrebbe includere anche altri accessori, pratici ausili e piccoli contenitori di vetro. In questi contenitori di vetro (con possibilità di chiusura) i colori diluiti già miscelati e spruzzabili vengono conservati prima dell’uso. Quindi possono ancora essere utilizzati per determinati periodi di tempo. Naturalmente, anche i bicchieri di vernice vuoti possono essere puliti e riutilizzati a questo scopo. Tuttavia, può contribuire alla gioia del lavoro se si ha una visione d’insieme perfetta del magazzino in qualsiasi momento con contenitori professionali per i colori e anche un aspetto ordinato sul posto di lavoro.

kit aerografo modellismo

 

 

Altri materiali importanti per l’aerografia

 

Film di mascheratura

Dalla cosiddetta pellicola di mascheramento si possono realizzare i propri stencil con un po’ di abilità. Con questo si possono creare anche motivi con spigoli vivi durante l’aerografia. È inoltre possibile utilizzare la pellicola di mascheramento per coprire le aree che non dovrebbero essere influenzate dalla vernice durante la spruzzatura.

 

Coltelli da taglio

Con un coltello da taglio è possibile tagliare il film di mascheratura nella forma desiderata. In alternativa, è possibile utilizzare anche un cosiddetto plotter da taglio.

 

Carta per aerografo

Per la produzione di carta per aerografo viene utilizzato un materiale di cartone particolarmente spesso. Questo materiale offre il vantaggio che la pellicola di mascheramento può essere rimossa più facilmente rispetto alla normale carta da disegno. Quest’ultimo può essere danneggiato troppo facilmente quando la pellicola viene rimossa. La carta per aerografo ha lo svantaggio di essere relativamente costosa. Per i primi tentativi si dovrebbe quindi utilizzare prima la normale carta da disegno. Ma non appena si è acquisita un po’ di esperienza, vale la pena di usare la carta per aerografo. Di solito si possono creare opere d’arte di alta qualità solo con carta per aerografo.

 

Matite

Con le matite si possono fare prima degli schizzi sulla superficie del quadro, per poter realizzare meglio la propria opera d’arte in seguito, quando si applica la pittura con la tecnica dell’aerografo.

 

Matite e spazzole

A volte i piccoli dettagli non possono essere realizzati in modo soddisfacente anche con i modelli di aerografo. In tal caso potete aiutare con matite o pennelli nei rispettivi punti.

 

Gomma

Con una gomma di plastilina è possibile correggere i dettagli imperfetti o creare certi riflessi di luce nel soggetto.

 

Unità di estrazione

Nel caso di un sistema di scarico, l’alloggiamento è di solito aperto solo frontalmente. Al centro c’è di solito un giradischi sul quale gli oggetti da elaborare possono essere facilmente ruotati. Dietro c’è un’unità di estrazione con uno speciale filtro dell’aria, che garantisce un’estrazione costante dell’aria. Così si può lavorare indisturbati con la tecnica dell’aerografo, mentre la sottile nebbia spray viene succhiata via dal viso verso la schiena. Con un sistema di questo tipo non solo proteggete il vostro viso e quindi la vostra salute, ma prevenite anche il deposito accidentale di nebbia di vernice spray sui vostri oggetti. Poiché tali sistemi possono essere di grande aiuto soprattutto per progetti molto dettagliati, sono molto spesso utilizzati dai modellisti.

 

Maschera respiratoria

Fondamentalmente, una maschera dovrebbe essere sempre indossata, se possibile, con il pennello ad aria, che impedisce efficacemente l’inalazione della vernice. Tuttavia, in determinate circostanze si può fare a meno di questo se si lavora in locali ben ventilati e si utilizzano solo vernici a base d’acqua. Se invece si spruzza con vernici a base di solvente, si dovrebbe sempre indossare una maschera di respirazione adatta!

 

Porta aerografo

Un supporto per aerografo è necessario per la conservazione sicura di una pistola ad aria compressa durante le brevi pause di lavoro. Questo speciale ripiano impedisce che la pistola dell’aerografo cada dal tavolo di lavoro e quindi che possa danneggiare l’attrezzatura.

aerografo automatico

 

 

L’inizio di successo con l’arte dell’aerografo

 

Messa in funzione dell’aerografo per la prima volta

Per iniziare l’emozionante avventura dell’aerografo non importa se avete messo insieme la tecnica necessaria da soli o se avete acquistato un set completo. Non appena si dispone dell’attrezzatura di base necessaria, è possibile iniziare a aerografare abbastanza rapidamente. Per fare questo, basta seguire i seguenti passi:

  1. Prima di tutto, stendete un vecchio giornale o un’altra superficie sul posto di lavoro per proteggere la rispettiva superficie dallo sporco causato dagli spruzzi di vernice.
  2. Mettete alcuni fogli di carta comune vicino al vostro posto di lavoro.
  3. Preparare una vernice per l’aerografia. Se non è pronto per la miscelazione, diluirlo con un diluente adatto o con acqua distillata. A volte una miscela con una certa quantità di diluente e una certa quantità di acqua distillata può essere il modo giusto per ottenere una consistenza lattiginosa dell’inchiostro. L’inchiostro misto finito dovrebbe colare giù dal bordo del vetro, ma lasciare un sottile strato di inchiostro dietro di sé.
  4. Ora la pistola dell’aerografo deve essere collegata al compressore con il tubo flessibile previsto a tale scopo. Solo allora il compressore è collegato all’alimentazione elettrica. In seguito si dovrebbe prima assicurarsi che l’impostazione della pressione sul compressore sia corretta. Quanto alta dovrebbe essere questa pressione dipende da vari fattori come la pistola dell’aerografo che si sta utilizzando, la vernice che si sta utilizzando, la viscosità della vernice, la dimensione dell’ugello utilizzato e la finezza desiderata della nebbia di vernice quando si spruzza. In linea di massima, la pressione dell’aria necessaria per lavorare con la maggior parte delle pistole ad aerografo è compresa tra 1,5 e 3 bar. All’inizio, probabilmente ci vorrà un po’ di tempo per arrivare all’impostazione ottimale della pressione attraverso continue prove ed errori.
  5. La vernice preparata può ora essere riempita nella tazza di vernice della pistola dell’aerografo. Tuttavia, si consiglia di riempire questa tazza di vernice solo fino a circa la metà. In questo modo si evita la perdita di vernice.
  6. Ora diventa davvero emozionante, perché finalmente si può iniziare con l’aerografia vera e propria!
  7. Assicuratevi di avviare sempre la vostra pistola ad aria compressa nel seguente ordine:
  8. Prima si accende l’aria, poi si aggiunge la vernice.
  9. Quando si usa una cosiddetta pistola a doppia azione, questo significa: prima si preme la leva per accendere l’aria. Solo allora si tira la leva per attivare la vernice. Mentre nella posizione zero un ago all’interno del sistema blocca efficacemente l’ugello, questo ago viene retratto un po’ tirando la leva. Non appena l’ugello viene rilasciato tirando indietro, la vernice atomizzata può emergere come un’impressionante nuvola di vernice.
  10. Per fermare il rispettivo processo di spruzzatura, il tutto deve poi essere fatto esattamente nell’ordine opposto:
  11. Prima si spegne la vernice, poi l’aria. Quindi, per spegnere la vernice, bisogna prima spostare la leva nella posizione zero. Poi lo si rilascia per spegnere anche il flusso d’aria.
  12. Si possono evitare fastidiosi schizzi di vernice solo se si segue esattamente la sequenza sopra descritta. In caso contrario, la pressione dell’aria irregolare può portare rapidamente a spruzzi d’acqua.

 

Per cominciare, si dovrebbe prima sperimentare con l’aerografia di forme diverse come linee, punti e cerchi. Durante questi esercizi è possibile farsi un’idea di come i seguenti parametri influenzano lo schema di spruzzatura:

  • la distanza tra la pistola dell’aerografo e la superficie di verniciatura
  • movimenti della mano più lenti o più veloci con la pistola ad aerografo
  • Variazioni della pressione dell’aria e del volume dell’inchiostro

aerografo come si usa

Se le forme che si spruzzano durante l’aerografia non hanno bordi ben definiti, questo è abbastanza normale con questo tipo di applicazione della vernice. Per creare contorni più chiari, è possibile utilizzare speciali modelli di aerografo o acquistare pellicole per maschere da un rivenditore di aerografi.

 

 

Le più importanti tecniche di spruzzatura con l’Air Brush

 

La spruzzatura di linee uniformi

Si possono ottenere linee veramente sottili solo se si ha una mano il più possibile ferma e se si creano movimenti uniformi sulla superficie del dipinto con la pistola ad aerografo. Tuttavia, è anche necessario assicurarsi di utilizzare esattamente la giusta quantità di vernice. Se si applica troppa vernice durante l’aerografia, essa colerà sulla superficie. Pertanto, quando si usa una pistola a doppia azione, non bisogna tirare troppo forte la leva. Anche con una pistola ad aerografo a singola azione, ci vuole un po’ di pratica e di esperienza per avere rapidamente successo nella regolazione della quantità di vernice.

Alcuni modelli di pistole ad aerografo offrono la possibilità di rimuovere il cappuccio di protezione dell’ago. Ciò consente di spruzzare linee particolarmente sottili. Tuttavia, vogliamo avvertirvi di fare attenzione: dopo tutto, l’ago sensibile non è protetto quando il cappuccio di protezione viene rimosso e può essere troppo facilmente danneggiato dalla forza meccanica, ad esempio quando la pistola dell’aerografo viene fatta cadere. Poiché la sostituzione può essere piuttosto costosa, è necessario essere particolarmente attenti e prudenti quando si esegue l’aerografia con un ago esposto.

 

La spruzzatura di superfici piane

Si potrebbe pensare che l’aerografia monocromatica di una superficie non sia una sfida particolare. Tuttavia, se la pistola dell’aerografo viene guidata in modo errato, può portare molto rapidamente a macchie sulla superficie del dipinto che sono difficili o impossibili da rimuovere. Si consiglia quindi di riempire le aree in modo tale da riempirle dall’alto a sinistra in basso a destra con un motivo a serpentina. Procedere in questo modo fino a quando l’intera area non sarà riempita di colore nell’intensità desiderata.

 

Creare effetti ottici come luce e ombra

Le ombre sono create in immagini dal nero e da altri colori scuri. Tuttavia, se si vuole creare solo una leggera sfumatura, è possibile diluire i colori a base d’acqua con un po’ d’acqua. In questo modo è possibile creare effetti d’ombra non troppo scuri e forti.

aerografo prezzo

Ma interessanti almeno quanto le ombre sono gli effetti ottici dei riflessi della luce o almeno il loro aspetto nel rispettivo motivo. È possibile ottenere questi effetti utilizzando vernice bianca. D’altra parte, è anche possibile spruzzare il fondo bianco della pittura con i diversi colori, ma non ricoprirlo completamente. Così il bianco dello sfondo già esistente può brillare attraverso i colori in alcuni punti ed essere percepito dall’occhio umano come un effetto di luce. Simili riflessi di luce possono essere creati anche rimuovendo la vernice in alcuni punti con un apposito cancellino.

 

Stencil per aerografo e pellicola di mascheramento correttamente inseriti

Per poter creare bordi veramente affilati nell’arte dell’aerografo, è necessario acquistare strumenti come i modelli di aerografo o il film di mascheramento progettato per questo scopo nei negozi specializzati di aerografo. Gli stencil prefabbricati sono di solito disponibili in una gamma relativamente ampia di motivi e dimensioni diverse. Il vantaggio di questi stencil ad aerografo è che si possono realizzare i motivi desiderati sulla superficie del quadro senza un lungo lavoro di preparazione. Questo assicura una rapida e motivante sensazione di successo, soprattutto per i principianti, in quanto molti motivi possono essere riprodotti tutte le volte che si vuole senza grande bisogno di creatività. Nelle aree dell’aerografo, come la body art con tatuaggi, la pittura del viso e la pittura del corpo, gli stencil dell’aerografo sono usati molto spesso. Un po’ più di flessibilità per la propria creatività offre stencil per contorni e pattern stencil in contrasto con gli stencil per motivi.

Si consiglia di non essere limitati dall’assortimento di stencil offerti in commercio. Con un tappetino da taglio, una matita, un coltello da taglio e qualche pellicola per maschere si possono facilmente realizzare i propri stencil per aerografo. Basta disegnare il motivo desiderato o un contorno di forma speciale con una matita sulla pellicola per maschere fornita in dotazione. Se vi ispirate ai motivi di Internet, potete anche semplicemente stamparli e incollarli sulla pellicola per maschere. Quindi posizionare sotto un tappetino da taglio e tagliarlo con cura lungo le linee con il coltello da taglio. Il tuo stencil per aerografo è ora pronto.

L’uso di stencil per aerografo acquistati o fatti in casa è altrettanto semplice: basta posizionare lo stencil sulla superficie del dipinto. Lo stesso vale per la pellicola di mascheramento, che viene semplicemente posizionata nel punto desiderato per coprire la superficie del dipinto. In questo modo è possibile determinare esattamente quali aree vengono colpite dalla vernice durante l’aerografia e quali no.

 

Il nostro consiglio: Per ottenere risultati di grande successo, gli stencil e i pezzi di pellicola di mascheramento devono essere incollati nel modo migliore possibile. Solo se la pellicola o lo stencil sono molto vicini alla superficie, la vernice spruzzata non può andare sotto quando scorre. Con un metodo di lavoro preciso è possibile ottenere demarcazioni nette e chiare tra i diversi colori e le diverse aree dei motivi.

aerografia

 

 

Istruzioni per il tuo primo quadro d’arte con l’aerografo

Per i primi esercizi è possibile utilizzare la normale carta per stampante come descritto sopra. Ma per poter creare opere d’arte di grande successo con Airbrush Art, a un certo punto si dovrebbe usare la migliore carta possibile. La carta per aerografo prodotta appositamente per questo scopo non solo offre caratteristiche perfette in combinazione con la maggior parte dei colori dell’aerografo. Rende inoltre più facile rimuovere gli stencil incastrati e le lamine di mascheramento, in modo che il danneggiamento della superficie della carta sia quasi impossibile.

  • Soprattutto per il vostro primo quadro realizzato con l’aerografo vi consigliamo di scegliere un motivo piuttosto semplice. Ha davvero senso se prima si fa uno schizzo e si disegna il motivo sulla superficie del quadro con una matita sottile e non troppo compressa. Con questo aiuto sarà molto più facile per voi all’inizio concentrare tutta la vostra concentrazione sulla tecnica dell’aerografo.
  • Con gli stencil per aerografo autocostruiti in pellicola per maschere è possibile creare linee molto ben definite nelle aree che si desidera dipingere. Per evitare che la vernice coli sotto gli stencil e quindi distrugga l’effetto limitante, si dovrebbero sempre fissare anche gli stencil e risciacquare il più possibile sulla superficie della pittura. Per questo motivo, la pellicola di mascheramento è di solito già dotata di un supporto adesivo.
  • Per l’aerografia valgono le seguenti due regole di base: Da un lato si lavora sempre dai colori chiari a quelli scuri, dall’altro si spruzzano prima aree piuttosto grandi e poi piccoli dettagli. Così si comincia sempre con le grandi e piuttosto leggere aree di un quadro d’arte aerografato. Solo dopo averli spruzzati, si dedicano effetti e dettagli come ad esempio riflessi di luce e ombre.
  • Quando le singole aree dell’immagine sono finite in modo da non ottenere più colore, devono essere coperte nel migliore dei casi per proteggerle dall’applicazione di colore indesiderata. A questo scopo è possibile utilizzare il foglio di mascheramento o solo carta comune.

I vostri primi tentativi con la tecnica dell’aerografo probabilmente non sfoceranno in un dipinto che sarà poi appeso in un’importante galleria d’arte. Ma noterete che con l’aerografo si possono ottenere risultati accettabili solo dopo pochi tentativi. Nessun maestro è ancora caduto dal cielo, ma la pratica rende perfetti!

 

 

La vostra salute ha sempre la priorità assoluta

Per l’arte dell’aerografo, si dovrebbe almeno sempre indossare un respiratore professionale quando si spruzza con vernici a base di solventi. Una maschera di questo tipo può impedire di inalare involontariamente il sottile spruzzo di vernice. Se si desidera proteggere la propria salute nel modo più efficace possibile, è possibile utilizzare un sistema di aspirazione anche durante l’aerografia. Un sistema di questo tipo è particolarmente utile se si lavora regolarmente con vernici a base di solventi su progetti artistici con aerografo.

Si consiglia di indossare il respiratore anche quando si spruzza, se si utilizzano solo vernici a base di acqua e altre vernici senza solventi chimici. È sempre un vantaggio se l’ambiente utilizzato per i lavori con l’aerografo è ben ventilato e le vie respiratorie sono protette dalla nebbia di vernice fine in diversi modi.

 

 

I nostri consigli e trucchi più importanti per l’inizio

  • Prima di appannare le diverse aree delle vostre opere d’arte con i diversi colori, dovreste sempre testarle prima su un normale pezzo di carta. In questo modo è possibile verificare se i diversi parametri come la consistenza, la tonalità del colore e il comportamento di spruzzatura sono nella migliore gamma possibile.
  • Inoltre, l’adesione della vernice utilizzata deve essere prima testata sul materiale selezionato per l’aerografo. Prima di spruzzare il vostro modello con la vernice, ad esempio, potete spruzzare altri pezzi di scarto dello stesso materiale con la vernice come oggetto di prova (se disponibile).
  • Quando si lavora con una pistola ad aria compressa a doppia azione, se il flusso di vernice non viene interrotto correttamente, durante le pause di spruzzatura possono verificarsi fuoriuscite indesiderate di vernice. È quindi essenziale assicurarsi sempre che la leva corrispondente venga spinta in avanti durante le pause di spruzzatura.
  • Se si estrae sempre l’ago sensibile in avanti dalla pistola dell’aerografo quando si pulisce la pistola dell’aerografo, si evitano efficacemente fastidiose sbavature di vernice all’interno della pistola dell’aerografo.

come usare l'aerografo

  • Se l’ago della pistola dell’aerografo è piegato, di solito non spruzza più linee pulite.
  • Se gli ugelli sono intasati o la guarnizione dell’ugello è rotta, l’aria può fuoriuscire attraverso la tazza di vernice.

 

Perché si consiglia di indossare guanti in tessuto durante l’aerografia:

  • Con questo si possono prevenire le impronte digitali antiestetiche sul vostro oggetto d’arte.
  • Si evita anche di contaminare la superficie da lavorare con le secrezioni di grasso della pelle umana. I guanti contribuiscono quindi ad un’adesione ottimale dei colori utilizzati sulla superficie di verniciatura.

 

 

Aerografo per principianti: gli errori più comuni

 

La vernice usata scorre sulla superficie della pittura e si formano dei nasi di colore poco attraente

Se la vernice viene applicata troppo bagnata durante l’aerografia e cola via, ciò può essere causato da una distanza troppo ridotta tra la pistola dell’aerografo e la superficie di verniciatura.

 

Si verificano spruzzi di vernice incontrollati

Gli spruzzi di vernice sono molto comuni quando si verificano condizioni di pressione dell’aria irregolari all’interno di una pistola ad aria compressa. Tenendo presente questo, è particolarmente importante seguire la sequenza raccomandata quando si esegue l’aerografia: Aria accesa, vernice accesa, vernice spenta, aria spenta.

 

L’opacità dell’inchiostro utilizzato è troppo bassa

Se la vernice non copre abbastanza bene, ciò può essere dovuto semplicemente al fatto che la distanza tra la pistola dell’aerografo e la superficie di verniciatura è troppo grande. Un’altra ragione può essere che la superficie del dipinto è altamente assorbente, come un tipo speciale di carta o materiale tessile. È anche possibile che la vernice sia stata diluita troppo durante la miscelazione. Come contromisura, si consiglia di diluire la vernice meno fortemente, di ridurre la distanza quando si spruzza un po’ o semplicemente di spruzzare più volte sulla rispettiva superficie fino a raggiungere il grado di copertura desiderato.

 

L’applicazione dell’inchiostro appare visivamente a grana piuttosto grossa

Se viene rilevata un’applicazione di inchiostro a grana troppo grossa, il motivo può essere ricercato di solito in due luoghi diversi: O la pressione sul compressore è impostata troppo bassa, oppure la vernice ha una consistenza troppo densa. Questo errore può essere risolto in modo relativamente rapido sperimentando un po’ con i parametri pressione dell’aria e consistenza degli inchiostri utilizzati.

 

Presenza di macchie scure e nuvole di colore

Le macchie scure nell’immagine dell’aerografo si verificano per lo più quando la pistola dell’aerografo viene spostata avanti e indietro in modo uniforme nei singoli punti. Per evitare esattamente questo, si dovrebbe sempre muovere la pistola dell’aerografo con un movimento relativamente uniforme e con sufficiente rapidità e alla giusta distanza sulla superficie del quadro. Assicurarsi che quando si cambia la direzione di spruzzatura, il punto di svolta deve essere al di fuori dell’oggetto su cui si sta lavorando. Altrimenti può verificarsi una concentrazione indesiderata di vernice esattamente nell’area del punto di svolta.

 

Le linee spruzzate sono irregolari o hanno interruzioni

Irregolarità di questo tipo si verificano di solito quando un ago è difettoso o un ugello è molto sporco. Per la risoluzione dei problemi si dovrebbe quindi prima cercare di smontare la pistola dell’aerografo e pulirla accuratamente. Se ci sono ancora grandi irregolarità durante l’aerografia con questa pistola ad aerografo, la risoluzione dei problemi dell’ago e dell’ugello sotto le lenti d’ingrandimento di un microscopio o di una lente d’ingrandimento può avere un senso. Se si scopre che l’ago o l’ugello è danneggiato, si dovrà sostituire il rispettivo pezzo.

 

La vernice non si attacca alla superficie del dipinto o tende a scorrere

Se la vernice non regge bene sulla rispettiva superficie pittorica, di solito è troppo grassa o troppo liscia. Una possibile soluzione è quindi quella di pulire a fondo la superficie della pittura prima di tutto. Per evitare ulteriori contaminazioni da oli naturali della pelle durante questa fase, si consiglia di indossare guanti in tessuto, se possibile. Se la vernice non tiene ancora bene, la superficie del dipinto potrebbe essere semplicemente troppo liscia. Poi può essere utile irruvidire leggermente la superficie del materiale.

 

 

La tecnica dell’aerografo come hobby: la nostra conclusione

In poche parole, l’aerografia è una forma d’arte molto complessa e creativa che risponde a diverse esigenze. Su quasi ogni superficie immaginabile, l’arte dell’aerografo può essere utilizzata per creare immagini dall’aspetto realistico e interi dipinti. Tuttavia, per realizzare progetti davvero impressionanti, è necessaria una certa pratica quando si usa la pistola ad aerografo. Se dopo i primi tentativi con gli stencil dell’aerografo non vi arrendete troppo velocemente e non vi arrendete troppo presto, con l’aerografo a mano libera potrete creare forme affascinanti.

Con questo in mente, vi auguriamo ogni successo nei vostri primi tentativi di aerografo e vi auguriamo anche di godere di questa entusiasmante attività creativa. Se vi motivate ad esercitarvi all’inizio, sarete presto stupiti dal vostro crescente successo!