resina da colata

Resina da Colata – La Guida alla Resina per Colata

Le resine da colata utilizzate per hobby e per l’arte sono prodotti di resina epossidica molto speciali le cui proprietà sono state appositamente adattate alle particolari esigenze della colata di elementi decorativi, figure, stampi e altri campi di applicazione. Con le seguenti informazioni desideriamo fornirvi una chiara panoramica delle aree in cui è possibile utilizzare la resina da colata e dei punti importanti da prendere in considerazione al momento dell’acquisto.

 

 

Guida all’acquisto per l’acquisto di resina per la colata di resina

La resina per colata è una resina sintetica relativamente a bassa viscosità, che viene sempre miscelata di fresco da due componenti prima della lavorazione: la resina vera e propria in forma liquida e un indurente adatto. Una volta che questi due ingredienti sono mescolati insieme, si mette in moto una reazione chimica. Questo non solo rilascia calore, ma permette al composto di indurirsi completamente dopo un certo tempo.

La caratteristica speciale della resina da colata è ora proprio la sua sottile consistenza. In questo modo la resina da colata può penetrare anche nelle più piccole fessure e cavità e riempirle. Tuttavia, soprattutto la resina da colata a bassa viscosità richiede anche un tempo particolarmente lungo per il processo di indurimento. Se volete acquistare una resina per colata di questo tipo, probabilmente avete già in mente un progetto concreto.

come fare la resina

 

 

Acquistare la resina da colata giusta per ogni progetto

Le resine sono disponibili in un’ampia varietà di prodotti presso i rivenditori specializzati e su Internet. Tuttavia, questi sono spesso denominati con nomi di prodotti molto diversi. Ciò rende abbastanza difficile distinguere tra le resine speciali per colata e le altre resine epossidiche. Dopotutto, questi prodotti sono talvolta indicati anche come resine di laminazione, finiture o gelcoat con riferimento a possibili aree di applicazione. Se, a causa di malintesi o di designazioni ingannevoli, viene acquistata una resina non adatta, questo può facilmente costare denaro. A questo punto vorremmo supportarvi con la nostra esperienza e vi abbiamo elencato le migliori resine da colata in assoluto per voi:

 

La migliore resina da colata sul mercato

segue la raccomandazione del prodotto

 

Vincitore del premio

segue la raccomandazione del prodotto

 

segue la raccomandazione del prodotto

 

Differenza tra resina da colata e resina epossidica (resina di laminazione)

Queste sono le principali differenze tra le resine da colata e le resine epossidiche:

 

Resina da colata

  • Viscosità relativamente bassa
  • Tempo di lavoro più lungo e anche tempo di polimerizzazione più lungo
  • È possibile la fusione di strati più spessi in un’unica operazione
  • gli strati di inchiostro si mescolano più velocemente con una consistenza più sottile

 

Resina epossidica / Resina di laminazione

  • Più viscoso della resina da colata
  • Tempo di polimerizzazione significativamente più breve
  • Quindi anche tempi di elaborazione piuttosto brevi
  • Si devono versare contemporaneamente solo strati relativamente sottili fino ad un massimo di 2 cm
  • I diversi strati di inchiostro possono essere meglio distinti l’uno dall’altro grazie alla consistenza viscosa

 

 

Resine da colata colorate in diversi colori

Come la resina epossidica, anche la resina colata può essere colorata con vari coloranti come pigmenti, paste coloranti, inchiostri a base di alcool o speciali concentrati di resina colorata. La procedura esatta e le istruzioni speciali per la lavorazione si trovano nella nostra guida alla colorazione delle resine epossidiche.

La resina per colata è ora più sottile della resina epossidica e quindi viene anche chiamata a bassa viscosità. Questo è il motivo per cui i diversi strati di vernice si mescolano più rapidamente rispetto alla resina epossidica. Anche se questo non è un problema in molti casi, può essere necessario separare i singoli colori nella cosiddetta arte della resina.

Più in basso in questo articolo presenteremo in dettaglio i diversi coloranti e vi mostreremo quali sono i migliori prodotti sul mercato.

resina per colata

 

 

Limitazioni dello spessore del rivestimento

Poiché le resine fuse di solito si polimerizzano molto più lentamente delle resine epossidiche, il calore rilasciato durante la reazione chimica non si accumula così tanto ma si irradia per un periodo di tempo più lungo. Questo ha il vantaggio che spessori di strato fino a 10 cm possono essere colati con la resina da colata senza le perdite di qualità e i problemi che altrimenti sarebbero associati a questo. Anche la quantità massima di materiale che può essere lavorata contemporaneamente aumenta di conseguenza ed è di circa 10 kg per ciclo di lavoro per la maggior parte delle resine da colata. Tuttavia, le informazioni del produttore allegate al prodotto forniscono sempre informazioni precise su questi parametri. Anche tra le varie resine da colata, ci sono talvolta prodotti di cui solo un’altezza massima dello strato di circa 5 cm dovrebbe essere colata in una sola passata.

Fondamentalmente, quando si lavora con le resine sintetiche si dovrebbe sempre prestare la necessaria attenzione al tema della generazione di calore. Se, contrariamente alle specifiche corrispondenti, viene applicato uno strato troppo spesso o viene mescolata una quantità totale troppo grande, può verificarsi un intenso accumulo di calore nel materiale, soprattutto con la resina epossidica. Questo può causare ustioni e immense perdite di qualità del progetto da realizzare fino alla perdita totale. Inoltre, è anche possibile che nella reazione esotermica si producano vapori nocivi se la temperatura è troppo calda. Per questo motivo, è sempre consigliabile indossare indumenti protettivi e una maschera di respirazione adatta a questo scopo.

resine da colata

 

 

Tempi di guarigione: Pazienza con la resina da colata

Alcune resine per colata di resina richiedono un periodo di tempo fino ad una settimana per l’indurimento completo. Questo non significa solo un corrispondente tempo di attesa, ma ha anche dei vantaggi: dopo tutto, il tempo di elaborazione è corrispondentemente più lungo. Alcune resine epossidiche causano un notevole stress durante la lavorazione perché possono essere applicate solo per pochi minuti o, di norma, per un massimo di un’ora. D’altra parte, l’utilizzo di resina per colata di resina con un tempo di lavorazione fino a 24 ore offre una serie di possibilità. I vantaggi sono evidenti:

  • durante la lavorazione di superfici più grandi, gli oggetti possono essere accuratamente posizionati e incastrati per la colata
  • quantità maggiori di resina possono essere colorate con diversi colori a riposo e applicate senza pressione di tempo
  • l’intervallo di tempo più lungo fino alla polimerizzazione permette anche alle bolle d’aria intrappolate di uscire più facilmente

 

Tutto sommato, quindi, non solo è necessaria un po’ più di pazienza quando si lavora con la resina colata, ma ci sono anche chiari vantaggi per alcuni tipi di progetti. In ultima analisi, la questione fondamentale è sempre quella di sapere se un particolare prodotto con le sue proprietà specifiche è adatto in modo ottimale al progetto di lavoro in questione.

 

 

Quali progetti possono essere realizzati con la resina colata?

Per evitare spiacevoli sorprese nel bel mezzo del lavoro o in seguito, la questione del materiale perfettamente adatto deve sempre essere chiarita in anticipo. La resina da colata nelle sue varie varianti di prodotto è fondamentalmente adatta ai seguenti campi di applicazione:

  • la produzione di River Tables/tavole in resina fusa
  • la creazione di gioielli in resina
  • la colata di stampi o la colata di figure in resina colata in stampi in silicone
  • Versare oggetti di ogni tipo
  • il riempimento di crepe e cavità in pezzi di legno con resina da colata

 

resina trasparente da colata

 

 

Istruzioni per la lavorazione della resina da colata

La preparazione del luogo di lavoro e del materiale

  • Prima di tutto, dovreste avere tutti i materiali di lavoro chiaramente disposti in modo da avere sempre tutto ciò di cui avete bisogno a portata di mano, anche sotto la pressione del tempo.
  • con una scatola di cartone o un foglio di plastica sotto, potete proteggere il vostro posto di lavoro da sporcizia e danni
  • Per riempire le aree vuote nei pezzi di legno o di altri materiali, i fori devono essere mascherati in anticipo. Questo è l’unico modo per garantire che la resina non fluisca improvvisamente in luoghi indesiderati o non fuoriesca dal pezzo. A volte può essere abbastanza sorprendente in che modo la resina da colata molto sottile e fluida prende.
  • quando si versano oggetti e si versano pezzi di legno, le superfici devono prima essere sigillate con un sottile strato di resina epossidica
  • È essenziale che le istruzioni del produttore della resina colata per quanto riguarda il rapporto di miscelazione da utilizzare e gli altri fattori di sicurezza siano letti e rispettati
  • Per motivi di salute, devono essere sempre adottate misure di protezione adeguate. Ciò comprende una sufficiente ventilazione sul posto di lavoro, nonché indumenti protettivi adeguati, compresi guanti di nitrile non danneggiati, occhiali di sicurezza adeguati e una maschera di respirazione adatta.

 

Miscelare accuratamente la resina da colata

  • Pesare la resina e l’indurente appropriato in base al rapporto di miscelazione consigliato
  • mescolare accuratamente i due componenti per qualche minuto
  • se la resina da colata trasparente non deve essere utilizzata in forma incolore, aggiungere pigmenti o paste colorate adeguate e mescolare di nuovo accuratamente
  • lasciare la miscela mescolata a riposo per un breve periodo di tempo in modo da permettere almeno una parte delle bolle d’aria di fuoriuscire da sole
  • versare la miscela finita nel pozzetto o nello stampo preparato per la resina
  • infine, lasciate che le bolle d’aria intrappolate nel materiale salgano dolcemente per mezzo di un bruciatore Bunsen o di un soffiatore ad aria calda

come fare la colata

 

Versare oggetti nella resina

  • per la colata di oggetti viene prima versata nello stampo una quantità minore di resina
  • nella fase successiva, gli oggetti selezionati per la colata vengono posizionati nello stampo sulla resina già colata con l’aiuto di stuzzicadenti o di una spatola di legno
  • in modo che gli oggetti pesanti non affondino a terra attraverso il primo strato di colata, in questi casi il primo strato dovrebbe essere già sufficientemente asciutto e quasi indurito
  • Infine, lo stampo viene generosamente riempito con la resina rimanente per compensare il ritiro del materiale, che di solito avviene in una certa misura durante l’indurimento.

resina colata

 

 

Ecco come la resina trasparente da colata diventa davvero cristallina

A meno che la resina utilizzata per la colata di resina non sia colorata in modo speciale, nella maggior parte dei progetti dovrebbe polimerizzare, se possibile, in qualità cristallina. Questo può essere garantito al meglio con i seguenti suggerimenti:

  • Utilizzo di resine da colata di alta qualità di noti produttori di marca
  • acquistare solo resina da colata che abbia un filtro UV di alta qualità adeguata
  • rispettare il più accuratamente possibile il rapporto di miscelazione raccomandato dal produttore
  • I migliori risultati possibili si ottengono spesso con la verniciatura con una vernice speciale con l’apposito filtro UV.

 

Nota: anche se tutti questi punti vengono rispettati, non possiamo garantire che la resina da colata utilizzata nei vari progetti non ingiallisca nel tempo. Purtroppo, c’è sempre una certa quantità di annebbiamento e ingiallimento, soprattutto sotto l’influenza della luce UV e dell’umidità.

resina da colata trasparente

 

 

Colorare la resina colata

La resina da colata trasparente viene spesso ancora mescolata con la vernice dopo la miscelazione della resina e dell’indurente per poter essere utilizzata nella tonalità di colore desiderata. Tuttavia, quando si scelgono i colori si dovrebbe prestare molta attenzione a se sono veramente adatti all’uso in combinazione con la resina da colata.

Per l’uso con la resina da colata si possono consigliare i seguenti mezzi di verniciatura:

 

Inchiostri speciali per la colorazione delle resine da colata

Nei negozi specializzati e su Internet sono disponibili vernici appositamente sviluppate per la colorazione delle resine sintetiche. Abbiamo già approfondito altrove i vantaggi del prodotto più noto di questa categoria: si tratta di ResinTint del produttore ArtResin.

segue la raccomandazione del prodotto

 

segue la raccomandazione del prodotto

 

segue la raccomandazione del prodotto

 

 

Inchiostro alcolico – inchiostri su base alcolica

Gli inchiostri alcolici possono essere dosati in modo relativamente parsimonioso grazie alla loro elevata concentrazione e all’elevata quantità di pigmenti colorati che contengono. Di solito bastano poche gocce per colorare la resina colata. Tuttavia, questa quantità non vale solo per gli inchiostri a base di alcol, ma anche per quelli a base di acqua.

Tuttavia, ci sono anche svantaggi nell’uso di inchiostri alcolici: Purtroppo questi inchiostri non sono particolarmente resistenti alla luce. Quindi, se si desidera utilizzare la resina colata per progetti che saranno regolarmente esposti ai raggi UV in seguito, si dovrebbe riconsiderare l’uso di inchiostri ad alcool per la colorazione. Tuttavia, è possibile ottenere effetti cromatici molto specifici con gli inchiostri alcolici, in quanto sono essenziali, ad esempio, nella forma d’arte chiamata Petri Art. Purtroppo non è stata ancora sviluppata un’alternativa altrettanto efficace e più resistente alla luce.

 

 

Colorare la resina colata con la vernice dell’aerografo

Il termine colore dell’aerografo comprende tutti i colori che vengono solitamente utilizzati in connessione con l’aerografo o che sono fondamentalmente adatti per l’aerografia. Questi colori sono in realtà sempre a base d’acqua e sono disponibili come vernici acriliche o a base d’acqua.

A differenza di altre vernici acriliche o a base d’acqua, i pigmenti di colore delle vernici per aerografo sono estremamente strutturati ed estremamente fluidi nel loro mezzo di trasporto. Poiché le vernici per aerografo sono anche molto facili da miscelare e hanno un’elevata luminosità, sono generalmente utilizzate molto spesso per la colorazione delle resine da colata.

Purtroppo, questa alta qualità ha anche il suo rovescio della medaglia: le vernici per aerografo sono relativamente costose rispetto ad altre vernici acriliche o a base d’acqua.

 

segue la raccomandazione del prodotto

 

 

Polvere di pigmento come colorante

La polvere di pigmento puro può essere utilizzata molto bene anche per la colorazione delle resine da colata. Tuttavia, si dovrebbe mescolare la polvere di pigmento con la resina da colata prima di aggiungere l’indurente. Di solito un dosaggio minimo è sufficiente quando si utilizzano pigmenti puri.

È possibile acquistare i pigmenti in tutte le varianti possibili. Nei negozi ben assortiti si possono trovare tutte le possibili varianti di colore, dai colori metallici lucidi a quelli opachi. Vi raccomandiamo di non prestare troppa attenzione al prezzo quando scegliete i vostri pigmenti: Solo i prodotti di alta qualità di produttori di marchi riconosciuti possono convincere con la solidità alla luce e la corrispondente elevata qualità del colore. In questo modo, vi assicurate che le vostre opere d’arte in resina colata colpiscano ancora con colori brillanti e una struttura cromatica non sbiadita anche dopo diverse settimane e mesi.

segue la raccomandazione del prodotto

 

segue la raccomandazione del prodotto

 

segue la raccomandazione del prodotto

 

 

 

La durezza delle superfici fuse

In generale, si può affermare in modo semplificato che le superfici delle resine epossidiche polimerizzate sono di solito molto più dure delle superfici delle resine da colata completamente polimerizzate. Tuttavia, la minore durezza non deve necessariamente essere un problema, anzi: a seconda del progetto, può anche essere vantaggioso se la superficie, grazie alla sua minore durezza, permette un certo grado di adattamento ad altri materiali lavorati con essa, come il legno o il vetro.

Ad esempio, il legno può espandersi o restringersi a seconda dell’umidità e della temperatura. Per ogni progetto di lavoro si dovrebbe quindi considerare individualmente per ogni progetto di lavoro se queste proprietà sono desiderabili o non desiderabili. Un rivestimento con resina epossidica e quindi la scelta di un sigillante particolarmente resistente all’abrasione e solido sarà la scelta giusta per un tavolo o altre superfici con intense sollecitazioni meccaniche, ad esempio. Tuttavia, questo può essere ottenuto anche per i tavoli in legno dopo la lavorazione con la resina colata, applicando una finitura dura di resina epossidica o resina di laminazione come strato protettivo.

 

 

Cosa fare se ci sono bolle d’aria nella resina epossidica?

Le resine fuse e le resine epossidiche sono generalmente altrettanto suscettibili al problema delle bolle d’aria intrappolate nel materiale. Da un punto di vista puramente fisico, naturalmente, queste bolle d’aria possono fuoriuscire dagli strati molto più sottili più rapidamente e facilmente quando si lavora con la resina epossidica che da uno strato più spesso di resina colata. Ma lavorare con le resine da colata compensa questo presunto svantaggio in altri modi: poiché il tempo di vita del vaso fino all’indurimento del materiale liquido è notevolmente più lungo, le bolle d’aria possono anche aumentare più a lungo durante questo tempo e quindi alla fine scoppiare in superficie.

Ma ci sono anche altri metodi per limitare la formazione di bolle d’aria fin dall’inizio, anche quando si colano spessi strati di resina da colata: se si lavora con superfici porose come il legno, c’è il rischio che le bolle d’aria fuoriescano dal materiale e quindi entrino nella resina da colata. Se queste superfici vengono prima sigillate con un sottile strato di resina epossidica in una prima fase, si può impedire la fuoriuscita di bolle d’aria nella resina di colata.

Si può procedere in modo analogo se si vogliono incorporare oggetti nella resina da colata. Soprattutto con il legno, si consiglia sempre la sigillatura con resina epossidica per ridurre al minimo il numero di bolle d’aria.

resina da colata per stampi

 

 

Altri materiali per la lavorazione della resina colata

Ci sono vari strumenti e materiali per il lavoro professionale con le resine da colata e gli indurenti corrispondenti. A questo punto vorremmo presentarvi i più importanti in modo chiaro:

segue la raccomandazione del prodotto

 

 

Come si può pesare esattamente la resina epossidica e miscelarla facilmente?

Si consiglia l’uso di una moderna bilancia digitale per un rapporto di miscelazione ottimale di resina da colata e indurente. Tuttavia, esistono anche sistemi di resina colata in cui la miscela perfetta viene calcolata in base al volume. Questi possono essere misurati con una tazza di misura adatta.

 

 

Anche la sicurezza viene prima di tutto quando si lavora con la resina

Anche se la maggior parte delle resine sintetiche sono in gran parte innocue dopo la completa polimerizzazione, la loro lavorazione è certamente associata ad alcuni rischi per la salute. Non si dovrebbe quindi mai permettere che la resina liquida da colata o i suoi componenti entrino in contatto diretto con la pelle. I guanti di nitrile privi di fori e crepe sono quindi indispensabili per il lavoro. Si consiglia inoltre di proteggere gli occhi con occhiali di sicurezza adeguati. Anche se il vostro posto di lavoro è ben ventilato, vi consigliamo di indossare una maschera respiratoria per proteggere dai vapori tossici.

 

Articoli simili